Seguici
Vai Su

Zoomarine allarga la propria famiglia: è nato un fenicottero minore

Zoomarine, il parco acquatico alle porte di Roma, dà il benvenuto ad un nuovo nascituro: un fenicottero minore

Il 21 Luglio all’interno del Parco Zoomarine è nato un fenicottero minore grazie alla riproduzione controllata, un evento raro ed unico in Europa. Questo esemplare di fenicottero minore è la più piccola fra tutti gli esemplari esistenti al mondo ed è la razza più rara da poter ammirare all’interno di uno zoo. La riproduzione controllata è stata sempre sotto attento controllo da parte dei veterinari e dei biologi, che hanno seguito i due genitori fenicotteri in tutto il processo, fino alla nascita del piccolo, grande come il palmo di una mano, con zampe e becco rosa ed un piumaggio grigio.

I fenicotteri sono uccelli trampolieri; le loro caratteristiche principali sono collo sinuoso e zampe lunghe; il loro becco si è adattato appositamente per separare fango e silicio dal cibo che consumano e quest’ultimo viene usato, rendendoli unici nel suo genere, in posizione capovolta. Il loro piumaggio di colore rosa è dovuto all’alimentazione ricca di crostacei; inoltre i fenicotteri sono monogami, ovvero scelgono e mantengono un solo partner per tutta la vita.

I genitori covano entrambi un solo uovo ogni anno e nutrono il piccolo per circa due mesi, ovvero finché il becco del piccolo è abbastanza sviluppato da poter filtrare il cibo. Zoomarine si interessa molto al benessere e alla tutela degli animali, infatti collabora con 12 università italiane e internazionali svolgendo progetti approfonditi per la sensibilizzazione del pubblico sulla salvaguardia dell’ambiente e dei loro ospiti.

L’amministratore delegato Renato Lenzi in un’intervista si dichiara molto soddisfatto per l’importante lavoro che veterinari, biologi, esperti del mondo universitario e della ricerca sul benessere animale cooperino in totale armonia e regalino ai visitatori emozioni educative sopra i massimi livelli.

Fonte: Ufficio stampa del parco Zoomarine

You must be logged in to post a comment Login

Altri articoli in News

Ti è piaciuto il nostro articolo? Sostienici seguendoci su facebook! Grazie